LA MORTE RICONOSCERLA PER SPINGERE L’ACCELLERATORE SULLA VITA

 

Il Passaggio: La Morte

Alias: l’altro lato della medaglia. La tua vita è piena zeppa di passaggi. Si tratta di momenti di transizione, momenti appunto che spariscono per trasformarsi in altro. C’è il passaggio della nascita, poi quello dell’infanzia, il diventare adulti, anziani…e quello della morte, quest’ultimo, l’unico grande assente nella società attuale.

Il passaggio della morte fino a non moltissimo tempo fa, basti pensare ai tuoi nonni, era vissuto senza paura, sia dalla famiglia allargata sia dalla piccola comunità. Le anime che avevano lasciato il proprio corpo fisico e assunto una forma sottile, venivano vegliate in casa con i bambini che spesso correvano & giocando intorno al defunto.

Sono sicura che anche tu hai sentito raccontare questa storia dai tuoi nonni o genitori almeno una volta nella vita. Allora, le condizioni di vita della popolazione mondiale, tutta, erano più precarie. Si poteva morire per pochissimo e quindi anche in giovanissima età. Il progresso in medicina, ha allungato l’età di vita media. Fantastico certo ma allo stesso tempo e in silenzio, la medicina tradizionale e i nuovi valori della società moderna, ci hanno fatto e continuano, inconsciamente, a farci credere di essere immortali.

Sbagliato perchè non lo sei, non lo siamo nessuno.

Il passaggio della morte sembra essere deliberatamente occultato. La morte, che arriverà speriamo il più lontano possibile per tutti, è l’unica cosa certa che ognuno di noi sa, nel momento stesso in cui veniamo al mondo. Se di un passaggio della vita umana, si smette di parlare, è come se smettesse di esistere, creando un grossissimo buco, sotto mille punti di vista e le buche, i vuoti, sappiamo tutti che sono pericolosi.

La conseguenza semplice e immediata è che quando arriva, Miss M. non sai come viverla e sopratutto come e in che cosa trasmutarla. Ecco perchè, con l’avvento del nuovo protagonista in tutte le nostre vite, a partire da gennaio 2020, il mondo si è fermato.

La paura di morire dei molti, per non dire della maggioranza della popolazione mondiale, soprattutto quella ubicata nelle società moderne e così dette “evolute”, dove questo passaggio importantissimo, è letteralmente svanito. Se venissi educato sin da bambino che ogni momento potrebbe essere veramente l’ultimo, e non si tratta di dire le solite banalità o di fare i moralisti, sprecheresti veramente tanto tempo in un sacco di caxxate varie, paranoie, indecisioni, litigi, discussioni, errori oppure, raddrizzeresti subito la rotta ?

Prima impariamo ad accettarla, prima impariamo a spingere l’acceleratore sulla vita, meglio affronteremo il passaggio della morte, prendendoci così meno schiaffoni in faccia nel momento in cui arriverà, perchè lei arriva sempre. Lei può fare mille soste: caffè, cappuccino, saldi, viaggi, matrimonio, promozioni lavorative ma a un certo punto bussa alla porta, DI TUTTI.

Ho avuto diversi contatti con il mondo della morte e sono arrivati nel momento in cui ho smesso di averne paura. Sul canale youtube di NOB infatti, esiste una playlist dedicata. L’obiettivo è proprio quello di educare alla morte, alla possibilità di sentire i nostri cari che ci hanno salutato e di entrare sempre più, con tutti e due i piedi nel mondo Invisibile. Sta per uscire anche un corso on line e se sei interessato mi puoi contattare.

Kissez – Stai Bene

NOB – Il Mondo Invisibile

FZ (Federica Zamagna)

photocredit @subtlnett

 

Lascia un commento

Cosa ne pensi? Grazie

Torna in alto