Reading Time: 2 minutes

Economia Locale

https://pixabay.com/it/photos/frutta-negozio-di-frutta-vendere-825055/

Significa che l’economia/il ricavato, circola & rimane nella zona in cui si è prodotto il tutto.

Si crea benessere in loco. Filiera Corta. Nessuna multinazionale o grande compagnia in mezzo che spesso e volentieri, non paga il giusto i propri lavoratori; che spesso e volentieri non paga le tasse che dovrebbe; che spesso e volentieri, porta i suoi ricavati far away. 

Tu, il produttore, la fonte

&

Tu, il consumatore, la fonte.

 

Eticità

Le persone che partecipano/producono un pezzo di economia, vengono pagate il giusto, il valore del loro tempo/della loro creatività è valutato & non il contrario.

Quando si acquista qualcosa non si è più furbi se si spende poco e se il nostro portagoglio, continua a rimanere gonfio. Comprando e spendendo pochissimissimo, è possibile che i protagonisti della filiera, abbiano ricevuto il giusto ?

https://pixabay.com/it/vectors/signora-giustizia-giustizia-5126700/

Si entra semplicemente in un circolo virtuoso, dove noi consumatori siamo complici. Al contrario, se “sentissimo” che siamo tutti connessi, il tranello svanirebbe in un secondo. Si sponsorizza spesso & volentieri, il lavoro minorile, l’ azzeramento dei diritti dei lavoratori che spesso sono donne e minori, l’inquinamento ambientale, lo smantellamento della piccola & media impresa, everywhere.

Basta comprare meno e meglio, su siti/negozi in cui vi è traccia/spiegazione, di chi c’è dietro e la storia, di dove e come è stato prodotto il tutto.

Sbattimento ?

Sembra ma è necessario solo cambiare il chip, come dicono in Spagnolo. Diventa poco a poco, una modalità di agire nella nostra daily life.

Nel caso della Not Only Bag, eccoVi alcuni dettagli per quanto riguarda il:

  1. Made in Italy

    La stoffa è stata comprata in un magazzino Italiano (una sola volta) a Forlì, a 25 Km da dove vivo. Nessuna spedizione aerea e la stoffa e’ veramente top. Le bratelle sono state acquistate in un piccolo negozio a Gambettola, a 5 km dal mio bagno. La sarta che le ha cucite, è di Rimini, a 15 km dalla mia cucina. I colori sono stati comprati in un negozio a Cesenatico, a 12 km dal mio terrazzo. I timbri sono stati prodotti a mano, da un piccolo negozio a Santarcangelo di Romagna, a 15 km dalla mia camera da letto.

  2. Made in Lebanon

    La stoffa è stata comprata nell’unica fabbrica rimasta a produrre tessuti made in Lebanon. A fine 2020 ha chiuso i battenti. Per trovare delle bratelle belle, è stato arduo e quando le ho trovate, venivano dall’ Italia (fallimenti di aziende). Le sarte che le hanno cucite, sono state donne Siriane, Libane, Palestinesi che collaboravano con piccole ong libanesi. I timbri, sempre quelli made in Italy. I colori sono stati acquistati in un piccolo negozio imboscatissimo in quel di Beirut. 

    Qui, trovate nello specifico, come mi sono mossa per produrre/fare cucire, le borse Lasa Andè, made in Lebanon.