Reading Time: 4 minutes

Guardate bene la foto, perchè il messaggio è forte & chiaro.

L’ Alto, l’ Out dal nostro essere fisico, cio’ che ha energia leggera, dona sempre for free e forse leggere il resto è un plus, ma you never know.

It’s up to you…

Dare semplicemente, per il semplice piacere di dare. Che cosa è il dare se non la devozione, nei confronti dell’ Amore stesso ? Devozione non per qualcuno e/o per qualcosa.

Devozione all’ amore, come energia che si sprigiona dall’ interno, da dentro, che si espande, che esce fuori per tornare a connettersi dentro. Devozione all’ amore come ri-connessione alla fonte primaria, per tornare a sentire, che siamo esseri umani vivi.

Dare semplicemente, per il semplice piacere di dare. Frase nota a tutti ma spesso obsoleta. Tutte le filosofie e le religioni del caso ci avevano educato, a dare senza secondi fini. L’ essere umano, poi, nell’arco dei secoli, non si sa come, non si sa perché ma ha cambiato questa modalità, per non dire che a volte, l’ha proprio stravolta e/o azzerata.

Anche in economia esiste lo stesso principio e a tal proposito, ad oggi, i libri scritti non sono affatto pochi. Sia che tu abbia un ingente capitale o pochi risparmi, poco importa. Il liquido va fatto girare e non tenuto fermo. L’energia degli “sghei” si deve muovere, senza troppe preoccupazioni. Inoltre una quota va donata per azioni benefiche, e non perché lo dicono i tanti libri scritti menzionati sopra, ma perché, ancora una volta hai qualcosa dentro che ti spinge a restituire. Un sorta di rigraziamento che avviene solo, se ci si ricconette alla fonte dell’ Amore, citata sopra.

https://pixabay.com/it/photos/monete-penny-dollari-soldi-912278/

Quando parliamo dei cari “amici” soldi, il concetto è chiaro alla maggioranza, forse. Quando invece parliamo della nostra vita, facciamo quasi sempre, un Grande & Grosso Casino. Cosa facciamo quindi di solito ? Facciamo gli stregni ovvero, ci teniamo tutta la carica di amore che abbiamo dentro di noi, solo per noi.

In questo modo si rischia di creare un blocco energetico. Tutti noi vibriamo e vibriamo perchè siamo energia. Se si crea un blocco energetico prolungato, il corpo fisico comincia a vacillare.

Dov’è quindi l’utilità di tenere tutto stretto stretto ?

Se si dà, poi, solitamente lo si fa con qualcuno da cui si è ricevuto qualcosa, o da quel qualcuno da cui, quasi sicuramente, in futuro, si sa che si potrà riceverà. Anzi, il più delle volte ci si ricorda benissimo chi ha e chi non ha dato.

Ecco arrivato il tranello.

?

Ricordarsi e quindi selezionare a priori il nostro dare, non ci rende puri, il che’ significa che siamo letteralmente fuori dalla casa/dimensione del Dare inteso come Devozione all’ Amore.

Ecco spiegato il motivo per cui molti, si lamentano di dare sempre tanto senza ricevere mai nulla.

Dopo questa spiegazione la domanda che dovrebbe sorgere spontanea è la seguente: “Sei nel tuo flusso di amore, o vuoi solo fare la/il Buon Samaritano per l’accettazione del contesto che ti circonda” ?

Qualcuno, secoli e secoli fa, disse: “Non ti curare di loro”, non perchè sia Cristiana in senso tradizionale, ma perchè penso che molte delle similitudini scritte in alcuni libri, rendano veramente l’idea. Questa per me è una di quelle.

https://pixabay.com/it/photos/mouse-trap-formaggio-dispositivo-2846147/

La similitudine che abbiamo fatto dei soldi, è una similitudine appunto e, paradossalmente è anche la più facile. Prestare soldi e/o donare soldi, nel vero senso del termine, forse è la dimensione più facile del dare senza ricevere. Zero sbattimento, zero coinvolgimento emotivo, zero perdita di tempo.

Il Dare senza Ricevere, la Purezza, la Devozione dell’ Amore, il Vero Amore, nella nostra vita quotidiana, consiste spesso nell’investire invece, il nostro tempo.  Tra le mille cose che dobbiamo gestire, provare a metterci a disposizione dell’ altro, che siano ore o anche solo pochi minuti, che si tratti di un amico, conoscente o anche di uno sconosciuto o semplicemente, mettendoci in ascolto. Si tratta spesso di arrivare in supporto dell’altro, senza che ce lo chieda.

Si tratta di mettersi a sentire (il non senso).

https://pixabay.com/it/illustrations/hush-silenzio-tranquillo-segreto-4707795/

Se entri nel flusso del dare semplicemente, per il solo piacere di dare:

“la cosa sorprendente e stupefacente è che il tuo dare, senza secondi fini, tornerà indietro double or more & da direzioni inaspettate, la famosa provvidenza”.

Presente ?

Avevo scelto di chiedere alle persone che acquistavano la borsa alchemica, di consigliare (scrivendo direttamente a me) al prossimo, che non avrebbero mai conosciuto, due posti o persone, che avevano avuto la fortuna di conoscere, mettendole così a disposizione dell’ altro. Diventava il viaggio consigliato indicato sul diario di bordo, per i futuri acquirenti della Lasa Ande’. 

Qui di not coincidences ne sono successe di bellisime, ma questa e’ un altra storia.

Come è andata ?

La maggioranza non è stata disposta, *non ha trovato il tempo*, per consigliare 2 luoghi o persone al prossimo=lo sconosciuto.

Ad oggi, non viene più chiesto.

Sono certa che in un futuro prossimo,  diventeremo tutti più consapevoli.