Un POSTO che devi assolutamente VEDERE a BARCELLONA (Barcellona Segreta)

Finalmene l’ho trovato, quel luogo così tanto speciale, fuori dagli schemi e sono qui a condividerlo proprio con te. Ho trovato quel posto, il posto che davvero bisogna vedere a Barcellona, che devi assolutamente vedere. Si tratta di una Barcellona segreta o meglio di quella Barcellona poco nota. Non ci sono orde di turisti. E’ collocato fuori dal casino del centro ma soprattutto ha una energia particolare e qui arriviamo al punto, al perchè per me è stato ed è così speciale.

Ho scoperto e studiato come in alcune società antiche, forse è proprio questo uno dei motivi per cui sono stata eliminate, sapessero non bene, benissimo, il potere delle frequenze e nello specifico le frequenze che curano. Lo sapevano e le usavano gli Egizi, idem le società AUTOCTONE del Sud-America, i Romani e via andare. Lo sapevano benissimo i popoli appartenenti a Madre Russia che si sono tramandati questa antichissima tradizione fino ai nostri giorni. In Russia, si curano così da mò (come si direbbe in gergo popolare) e continuano a farlo anche oggi.

A dicembre 2022, sono stata nella capitale catalana, dove ho fatto l’Erasmus secoli fa e dove sono tornata a viverci sempre secoli fa. Barcellona: la festaiola e mondaiola per eccellenza. Sono tornata proprio per visitare questo luogo veramente unico e speciale nel suo genere, il posto che ripeto, a mio avviso devi veramente vedere. Si tratta dell’ospedale di Sant Pau oggi diventato museo e patrimonio dell’Unesco. Un’opera in tutti i sensi, costruita non in un passato passatissimo tipo 1400-1500 ma, solo a inizio del secolo scorso. E’ così infatti che nel 1900 un architetto poco noto per i non addetti ai lavori, decide di costuire un OSPEDALE, come quelli che sono certa presto torneranno a esistere. Una dimensione di passaggio, dove curare CORPO & ANIMA, perchè è solo mettendo sotto i riflettori tutti e due questi elementi che, veramente si cura la malattia e non solo.

Le-frequenze-curano-essere-umano

L’architetto Catalano Lluís Domènech i Montaner, contemporaneo del famoso Gaudì, mette insieme tutti gli elementi necessari per alzare le frequenze di cui ognuno di noi è fatto e che ci circondano da sempre. Non solo, indirizza questo tipo di vibrazioni alte e speciali, per curare l’individuo nei momenti di malattia. Unisce tutti gli elementi o meglio dire, tutti i punti necessari per raggiungere il suo scopo e ce la fa.

Geometria sacra. Richiami infiniti al Mondo Sopra di Te, al Mondo Invisibile. Armonia dei colori. Arte in tutta la sua possibile e immaginabile bellezza. Unicità nel curare il paziente. Tanto e tanto altro ancora. Già perchè le frequenze curano da sempre e lo faranno per sempre, almeno fino a quando ci sarà, vita UMANA sul pianeta TERRA. Sono rimasta all’interno del museo circa 4 ore e prima di uscire sono passata appositamente dalla toielette per vedere se l’espressione del mio viso era cambiata. Decisamente opposta direi, a quella che avevo  quando sono entrata: poca voglia, non troppo felice del cielo grigio di Barcelona e molto diffidente. Esattamente la stessa espressione che si ha quando si fa all’AMORE (bene). Estasi pura. Spettacolissimo.

L’Ospedale di Sant Pau è veramente unico nel suo genere per tutto e in tutto e a mio avviso, è un’esperienza assolutamente da provare, se passi da quel di Barcellona.

Ho girato anche un video, in cui spiego nel dettaglio come:

  • è nata l’idea di questo luogo magico (dove le frequenze sono in grado di curare anche oggi);
  • è stato possibile realizzare a livello monetario una struttura così dispendiosa (Santa Provvidenza e non ha nulla a che fare con la religione);
  • le novità introdotte da Lluís Domènech i Montaner all’interno dell’Ospedale/Museo;
  • UN REGALO PER TE, che scoprirai alla FINE DEL VIDEO.

Ecco il Link al Video: Qui. 

Spero vivamente che questo articolo ti abbia fatto scoprire qualcosa di nuovo (oppure lo conoscevi già l’ospedale/museo di Sant Pau ?) ma, soprattutto, che dia speranza anche a te di vedere presto, ancora sui nostri schermi, questi ospedali sparsi in giro per il Mondo e perchè no, magari uno proprio vicino a casa tua.

Kissez, Stai Bene, NOB.

 

Lascia un commento

Cosa ne pensi? Grazie

Torna in alto