La tradizione di RICORDARE i NOSTRI cari: Izmir


La Turchia, e in questo specifico caso Izmir, e’ un cultura che non ha, ancora,  perso l’importanza delle tradizioni, delle celebrazioni, nonostante i progressi in termini di sviluppo compiuti, fino ad oggi (o meglio fino a due 2 anni fa).

Pochi mesi dopo il mio arrivo ad Izmir (2013)comincio a notare per le strade dei banchetti itineranti di cibo. Non i classici banchetti di street food ma potremmo definirli qualcosa di molto simile ai nostri catering. Questa sorta di catering, pero’, erano per la strada.

Non parlando Turco non riesco a cogliere i commenti delle persone in prossimità’ dei banchetti. La prima volta butto un occhio e vado dritto. La seconda volta mi fermo proprio a guardare cosa stanno vendendo e cosa fa’ la gente nello specifico. La terza volta mi fermo e provo a chiedere in Inglese di cosa si tratta.

Sono fortunata. Una delle persone che sta controllando che il tutto proceda nei migliore dei modi, una sorta di manager, parla un po’ di Inglese.

Ecco quello che scopro.

“Tutte le volte che ricorre una data importante nella vita del defunto, i famigliari, offrono per strada cibo e bevande calde a perfetti sconosciuti”.

Il cibo in questione di solito e’ costituito da palline di farina fritte. Normalmente vengono scelte non le zone del quartiere in cui abitava la persona che si sta ricordando. Secondo la tradizione Turca, più sconosciuti si fermeranno la banchetto più il ricordo della persona si protrarrà nel tempo.

Metabolizzata l’informazione, tutte le volte che ho incontrato per la città’ il citato catering mi sono fermata, ho ringraziato ed effettivamente, ho pensato a questi perfetti sconosciuti, inviando in certo senso nell’etere, la mia personale gratitudine per quello che mi stavano offrendo/regalando.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *