PIANTA UN ALBERO UN FIORE UNA VERDURA LA’


PIANTA UN ALBERO, UN FIORE, UNA VERDURA, LA’ 

PIANTALA/PIANTA-LA’

In questi giorni tutti sembrano veramente  avere PRESO COSCIENZA !!!

Già in questi giorni, perchè passata l’emergenza, come al solito, arriva l’ AMNESIA COLLETTIVA (OLE’) !!!

“Il polmone più grande del mondo BRUCIA”

Siamo scrivendo nell’estate 2019, da BEIRUT e, ci stiamo riferendo, alla foresta AMAZZONICA.

Ci sono tante cose che si possono fare per FINALMENTE, cambiare il nostro STILE di VITA e, fare in modo che, il PIANETA TERRA, abbia lunga vita ma la più urgente, che ci è arrivata subito in mente, due giorni fa, è immediata e la PIU’ SEMPLICE.

 

PIANTALA/PIANTA-LA’

(Qualsiasi cosa sia e ovunque sia, perchè l’aria si muove)

*Non è importante il DOVE ma il QUANDO ed è ADESSO*

 

PIANTALA/PIANTA-LA’

PIANTA UN ALBERO, UN FIORE, UNA VERDURA, LA’

piantare alberi in Italia, Guerrilla Gardening in Italia

Noi di N.O.B. a MAGGIO 2019, in ROMAGNA, senza attendere la CATASTROFE BRASILIANA. Avevamo organizzato una GIORNATA di SEMINA. Per ben DUE VOLTE abbiamo dovuto rimandare il tutto, CAUSA PIOGGIA=DILUVIO. Non abbiamo mollato e alla fine, lo abbiamo fatto. Eravamo in due, una che piantava e l’altra che parlava ma, poca importa, lo AVREMMO FATTO ANCHE da SOLE.

 

PIANTALA/PIANTA-LA’

PIANTA UN ALBERO, UN FIORE, UNA VERDURA, LA’

Non è un film questo, di quelli che siamo abituati a vedere in televisione, dove il tutto finisce improvvisamente e in poco tempo, questa è la REALTÀ’ che supera la finzione, come disse un famoso scrittore Italiano, nel lontano 2002, a seguito del crollo delle TORRI GEMELLE.

 

PIANTALA/PIANTA-LA’

PIANTA UN ALBERO, UN FIORE, UNA VERDURA, LA’

To plant in Lebanon, Guerrilla Gardening in Beirut,

 

To plant in Lebanon, Guerrilla Gardening in Beirut

Così  abbiamo piantato a SETTEMBRE 2019 in quel di BEIRUT/LIBANO. Eravamo in due. C’erano una volta una Italiana  &  un Libanese. Senza avere una benchè minima idea del dove piantare ma con piccole piante e semi, REGALATECI e attrezzi molto rudimentali, ci siamo fiondati nella via principale della movida. Facile. Dove ti giravi ti giravi, c’erano aiuole vuote, scambiate per altro (bidoni della spazzatura).

Risulato. Alcuni passanti LIBANESI ci hanno ringraziato e benedetto (la mia risposta mentale/silenziosa, immediata, è stata: “LO SAI CHE PUOI FARLO ANCHE TU VERO” ?) Altri invece, ci hanno chiesto se lavoravamo per il comune (AHHH…altra risposta mentale/silenziosa: “Mi stai prendendo per il C…O VERO”?). Già, perchè l’interesse del governo locale LIBANESE per il VERDE sta, allo stesso interesse del governo ITALIANO per il VERDE. Poi è arrivata dal nulla una  ragazza BRITISH, con tanto di macchina fotografica che, rimasta piacevolmente sorpresa, ci ha fatto un bellissimo servizio fotografico, di vita vera/SBATTIMENTO.

 

PIANTALA/PIANTA-LA’

PIANTA UN ALBERO, UN FIORE, UNA VERDURA, LA’

Tornate in ITALIA, OTTOBRE 2019, abbiamo ripiantato in ROMAGNA. Da sole.  Tutti hanno sempre mille impegni per occupare il proprio tempo libero. Davvero ? Noi invece siamo sempre libere e abbiamo mai NULLA da FARE. E’ il punto di vista che è diverso. Si tratta SEMPLICEMENTE di scegliere come investire il NOSTRO/TUO tempo libero. Qui abbiamo piantato da sole, indi no DOCUMENTATION/NO PHOTOS.

 

PIANTALA/PIANTA-LA’

PIANTA UN ALBERO, UN FIORE, UNA VERDURA, LA’

to plant trees in Lebanon, to plant trees in Beirut, Guerrilla Gardening in Lebanon

To plant in Lebanon, Guerrilla Gardening in Beirut

Ri-Tornate in LIBANO, NOVEMBRE 2019, abbiamo ri-piantato. Team vincente non si cambia. Made in Italy & Lebanon. Questa volta addirittura, abbiamo chiesto e ricevuto  delle piante for free (cosa più unica che rara in Libano) da dei negozi di piante, appunto. Sempre nel luogo della movida di BEIRUT, ma questa volta su una famosa scalinata.

Risulato=IDEM

Tutti interessati e tutti a farci i complimenti e a bersi la loro birra, guardandoci e stando seduti. Anche a noi piace la birra e dopo lo sbattimento fatto con piacere, di piantare OSSIGENO, ce ne siamo sparate 2 a testa.  A nessuno dei LIBANESI o STRANIERI residenti in quel di BEIRUT, seduti sulla famosa scalinata, si è accesa la famosa lampadina o sarebbe meglio dire, anche solo la candela del TIPO: “Organizziamo nel prossimo futuro qualcosa insieme” ? Anzi l’asticella si è alzata. Un pub famoso su dette scalinate, ci ha allungato dei semi da piantare nel luogo che avevamo scelto come zona di piantamento. Cioè ? Tu, che hai il pub proprio lì davanti, da anni,  ci allunghi i semi,  perchè ti vergogni nel metterci la faccia o ancora una volta la scusa è che: “Anche tu non hai tempo libero” ?( MA DAIII/BE ORIGINAL !!!)

PIANTALA/PIANTA-LA’

PIANTA UN ALBERO, UN FIORE, UNA VERDURA, LA’

Piantare alberi in Italia, Guerrilla Gardening in Romagna

Piantare alberi in Itralia, Guerrilla Gardening in Romagna

Abbiamo ripiantato in Italia, ROMAGNA, a GIUGNO 2020. Due fedeli donne ci hanno seguito (una di queste si vergognava nel farsi fotografare/ MA DAIIIII). Come luogo di piantamento VITA=OSSIGENO, abbiamo scelto un posto non a caso. UN PARCHEGGIO.  WHY ?  Perchè una volta, quel parcheggio era pieno di piante. Perchè, appena arriva anche il minimo caldo, e  si sale in macchina, si spara subitissimo l’ A.C.  ma, sono tutti alla ricerca disperata della SANTA OMBRA nei parcheggi pubblici (MA GUARDA UN PO’).

Cosa tipicamente Italiana, ha fatto capolino anche la PARANOIA dato che a un certo punto, guardandoci in giro, quando nel parcheggio ci siamo accorte della presenza di una telecamera e il nostro pensiero UNANIME è stato:

“Stai a vedere che adesso il Comune, invece di ringraziarci ci fa delle storie/multa” ?!?

Pensiero fondato, dato che sappiamo di casi reali in cui, chi stava piantando ha avuto problemi con la Giunta Comunale (questioni di sicurezza, bla bla bla).  Noi abbiamo continuato a piantare, ci siamo semplicemente spostate più in là.

 

PIANTALA/PIANTA-LA’

PIANTA UN ALBERO, UN FIORE, UNA VERDURA, LA’

To plant in N.Y.C, Volunteer experience in N.Y.C., Horticultural Society in N.Y.C.

To plant in N.Y.C. Volunteer experience in N.Y.C. Horticultural Society in N.Y.C.

To plant in N.Y.C, Volunteer experience in N.Y.C. Horticultural Society in N.Y.C.

To plant in N.Y.C, Volunteer experience in N.Y.C. Horticultural Society in N.Y.C.

Poi ci siamo ricordate che, nella nostra precedente vita, nell’estate del 2011, durante il nostro primo viaggio da sole (NYC, Costarica, Panama), avevamo trovato la possibilità di fare volontariato, presso la Società Orticulturale di N.Y.C. around NYC, appunto. Uno SPETTACOLO nello SPETTACOLO !!! Abbiamo vissuto e scoperto N.Y.C. in maniera del tutto particolare, in caso esistessero dei modi di viverla/scoprirla in maniera NON tradizionale.

 

PIANTALA/PIANTA-LA’

PIANTA UN ALBERO, UN FIORE, UNA VERDURA, LA’

Piantare verde in spazi pubblici, Guerrilla Gardening in Romagna

 

Da ricordo poi nasce un un ulteriore ricordo e via andare. La family Zamagna, aveva appeno cambiato casa (2000).  Si era trasferita in una bellissima zona verde. Una via chiusa e su un lato di detta via, una bella famiglia allargata di pini. Poco dopo il nostro arrivo, è arrivato il COMUNE, che invece di mantenere gli alberi (lo sappiamo che i PINI fanno dei CASINI con le RADICI), ha ben pensato di tagliarli tutti (forse si potevano trovare soluzioni alternative, che dis ???).

WHY ?

Perchè quasi tutti gli abitanti della via, QUOTIDIANAMENTE, andavano in COMUNE, a scassare letteralmente la MINCHIA, a proposito dell’immondizia procurata dal VERDE (???). La donna forte e più anziana della famiglia ZAMAGNA, ha battuto fino a quando, nello spazio pubblico comunale davanti casa, allora pressochè deserto, fossero piantati lo stesso numero di alberi, tagliati nella via. FATTO.

Non solo, negli anni abbiamo alzato anche l’asticella e la family, ha piantato altri alberi di sua sponta (andando sempre ad innaffiare successivamente al piantamento). RISULTATO. Oggi detto parco, valutato zero prima del CORONAVIRUS, durante e dopo il CORONAVIRUS, è stato letteralmente preso d’assalto, sia da palestre, sia dagli scout, altro, sia dai figli di chi abita nella stessa via i cui GENITORI OVVIAMENTE, non hanno mai pensato di piantare un albero.

Piantare alberi in spazi pubblici in Italia, Guerrilla Gardening in Romagna

N.B. PER PIANTARE VITA = OSSIGENO BASTA VERAMENTE POCO

N.B.1. Non c’è BISOGNO di aspettare grandi eventi organizzati da qualcun’altro. Lo puoi fare anche da sola/o (qualcuno poi arriverà o tu troverai qualcuno al quale aggregarti=arriverà/Arriva sempre, come in tutto).

N.B.2. Dove piantare ? Guardati intorno, è pieno di posti vuoti, dove poter piantare qualcosa.

N.B.3. Ti serve una vanga, una piccola paletta, dei guanti, forse delle tronchesi, le piante e i TUTORI per proteggere le piante, una volta affondate e messe a contatto con la loro MADRE. I tutori servono  per fare in modo che i giardinieri del Comune, quando passano a “mantenere” il verde pubblico, non si immedisimino, troppo in mani di forbice.

N.B.4. Le piante te le regalerà sicuramente un zio, un conoscente o un amica di un amico, che vive in campagna oppure sappi che  la FORESTALE le REGALA. Anzi, adesso le regalano anche tutti i comuni, attraverso i vari vivai sparsi sul territorio provinciale/nazionale.

N.B.5. Puoi chiedere il permesso al COMUNE di appartenenza per piantare. Molto ma molto possibile che, invece di supportati e ringraziarti, ti crei invece problemi (per tutte le norme di sicurezza del caso e burocrazia/pippone tipicamente ITALIANO).

N.B.6. Per tornare al N.B.1. ci siamo allineati. Un giorno un’ amica ci ha detto al volo che c’erano degli altri MATTI, che piantavano a più non posso. Un gruppo di matti vicino a casa in ROMAGNA che pianta di brutto, come se non ci fosse un DOMANI e non ci sarà, se l’ OSSIGENO sulla TERRA non aumenta.

*I MATTI, nonostante l’accezione negativa che da sempre la NOSTRA SOCIETA’ ha attribuito a questa parola, sono per noi i VERI ILLUMINATI. Sono quelli che alzano la testa, vedono/sentono le cose/persone/situazioni, per quello che sono realmente. Ci mettono le faccia e non aspettano che qualcuno faccia le cose che vanno fatte. Si muovono loro in primis*

piantare 40 querce in spazi pubblici, volontariato green, guerrilla gardening in Romagna

Avvicinandoci al gruppo di MATTI citati al N.B.6., abbiamo scoperto che quella sensazione di ADRELINA & FELICITA’ (tutte le volte che torniamo a casa dopo aver piantato il nostro viso è diverso), non era prerogativa nostra. Succede così a tutti. Come è COMUNE il cambiamento di CHIP. Si vedono buchi e luoghi, ovunque, dove poter piantare OSSIGENO=VITA. Nel gruppo di MATTI poi ce ne sono due, SUPER-MATTI, che hanno in macchina sempre gli attrezzi e piante, che come appena descritto sopra, appena possono si fermano e piantano di notte. Lo fanno da anni, SPETTACOLO nello SPETTACOLO AGAIN.

Si perchè il piantamento di VITA=OSSIGENO, si fa nornalmente di notte, per non incorrere in possibili storie/limitazioni tipicamente ITALIANE e poi di notte, tutto ha un sapore diverso.

E anche qui, nel piantamento di OSSIGENO, avviene ancora una volta il famoso effetto DOMINO, di cui abbiamo spesso parlato nelle nostre storie di vita. Le piante, almeno per il primo anno di vita, hanno bisogno di essere innaffiate, altrimenti se ne vanno subitisismo. Indi, o si piantano vicino a casa, ovvero sono a tiro,  oppure, e qui arriva l’effetto domino=PARTECIPAZIONE COLLETTIVA, coloro che si vedono piantare di fronte a casa, o gli amici degli amici degli amici, che abitano proprio lì dove si è piantato, si prenderanno cura di piantare. E’ successo così l’ultima sera quando in ROMAGNA (NOVEMBRE 2020)  con il CAPO dei MATTI, citati sopra, siamo andati a piantare (sempre in notturna). In un’ora, circa, abbiamo buttato giù (COME si DICE in GERGO) 20 QUERCE. I passanti con tanto di cane a passeggio, si sono fermati, hanno chiesto chi eravamo e si sono prestati a prendersi cura, dare da bere alle PIANTE. Un’ora di tempo, volata, con una NEBBIA da PAURA e con CINDARELLA, (anche a lei sono cambiati gli orari con il lock-down), che doveva rientare al volo, primo dello scoccare delle ore 22:00.

 

PIANTALA/PIANTA-LA’

PIANTA UN ALBERO, UN FIORE, UNA VERDURA, LA’

Guerrilla Gardening in LEBANON, To Plant threes in Beirut

Anche a Beirut, doveva scattare la PARTECIPAZIONE COLLETTIVA. VOI ci CREDETE ? No, bravi, avete fatto bene.  Si sarebbe dovuto scatenare il famoso l’effetto DOMINO/SENSIBILITA’ COLLETTIVA ma, fatta eccezione  in un caso isolato, le aiuole (in alcune avevamo addirittura piantato del BASILICO), sono tornare a essere scambiate per bidoni della SPAZZATURA. Nella foto che vedete, l’immondizia, si sta riprendendo il suo spazio e dopo qualche settimane, il caro amato BASILICO, sparirà. Questa aiuola di cemento era proprio davanti a un negozio di ALIMENTARI.

 

PIANTALA/PIANTA-LA’

PIANTA UN ALBERO, UN FIORE, UNA VERDURA, LA’

Mozzare alberi in Romagna e lasciarli cos' visibili a tutti. Tagliare gli alberi in Italia.

La foto dell’albero mozzato con una tazzina di caffe appoggiata sopra, è provocatoria ovviamente. Non solo è pieno di alberi tagliati così AROUND, ma la cosa assurda è che rimangono lì a metà. Quasi come a ricordarci quanto cazzuto e potente sia l’UOMO (YEAAAA) !!!

Ci sarà sempre chi storcerà il naso, quando vedrà fare una cosa che non ha mai visto fare prima, soprattutto, se chi pianta non rientra in NESSUNA CATEGORIE (e basta con queste CATEGORIE) e/o chi vede il complottismo ovunque, complottismo de che ??? Ci sarà anche sempre più chi, OGGI, però, si è svegliato e ha capito che AI GRANDI, a chi fino oggi pensava di AVERCI EDUCATO bene all’ OBBEDIENZA per partito preso e all’ ASPETTARE in ETERNO, non FREGA un EMERITO CAZZUS !!! DAVVERO con tutto quello che sta succedendo OGGI (2020), pensi che le COSE CAMBIERANNO per le DECISIONI prese dai GRANDI ? NEGATIVO, saranno i SINGOLI INDIVIDUI, la somma dell’UNO, a fare la differenza e a mettere in moto IL CAMBIAMENTO. A proposito di cose mai viste fare prima, il PIANTEMENTO di OSSIGENO=VITA, si può chiamare anche GUERRILLA GARDENING e risale al 1973 (giusto l’altro ieri insomma). E guarda un pò dove è nata, nello stato di N.Y.

 

PIANTALA/PIANTA-LA’

PIANTA UN ALBERO, UN FIORE, UNA VERDURA, LA’

Time missing to the end of life on PLANET EARTH, PLANT TREES, GUERRILLA GARDENING AROUND the WORLD

La foto che avete appena visto e la relativa notizia è stata divulgata, circa un mese fa, OTTOBRE 2020. Again, by NOT COINCIDENCES, sempre durante la nostra esperienza di volontariato presso la Società Orticultrale di N.Y.C. noi questa scritta l’abbiamo vista dal vivo ed era esattamente, sopra la famosa area di un mercato di alimentari ecologico e naturale mai visto prima. La scritta, allora, nel 2011, rappresentava il debito PUBBLICO STATUNITENENSE. Oggi, rappresenta gli anni che mancano per lo spegnimento della TERRA. Interessante che prima del 2020 gli anni mancanti al punto di NON RITORNO, fossero centinaia. Adesso meno di dieci. A chiunque sia stato in grado di cambiare il soggetto di questa scritta e chiunque sia stato in grado di mettere finalmente in giro la vera INFORMAZIONE, sullo stato REALE del PIANETA TERRA, possiamo solo dire IMMENSAMENTE GRAZIE e possiamo SOLO FAR VEDERE che ABBIAMO CAPITO.

“Senza ossigeno non si vive. L’aria si muove. Sta a te iniziare. Vai ControCorrente. Azione.”

Noi adesso, butteremo giù, giusto giusto 40 QUERCE (simili alle piantine che avete visto nella foto in alto).  Abbiamo tempo libero ? No, siamo completamente incartate, come TUTTE/I, ma lo TROVEREMO. Ancora una volta il nostro viso cambierà espressione, proprio come durante un ORGASMO. L’orgasmo non è solo quello che avviene quando si fa ALL’ AMORE, è quello STATO, quell’ ENERGIA che si sprigiona, quando tutte le tue parti (CUORE/MENTE/ANIMA) VIBRANO, INSIEME, senza più filtri/PURI.

 

Di frasi e slogan in questi anni ne abbiamo visti/sentiti veramente tanti e quello che ci ha sempre stonato un pò è stato: “Piantiamo per i nostri figli/Per chi verrà dopo di NOI” !!!

 

Io DIREI che, si pianta per MADRE TERRA, perchè è lei la proprietaria, è lei che ci ospita ed è il caso di ridarle, quello che ci siamo presi, senza chiederle il permesso, ADESSO. 

*PIANTA UN ALBERO, UN FIORE, UNA VERDURA, LA’*

 

“S C A T E N A T E V I      P I A N T A T O R I    di     O S S I G E N O = VITA”

*Articolo iniziato a SETTEMBRE 2019 in BEIRUT…aggiornato a DICEMBRE 2020…TO BE CONTINUED…*

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *