Reading Time: 5 minutes

Libertà di espressione: Coerenza 

Per rendere il tutto il più semplice possibile e siccome stiamo parlando di vita, quella vera, facciamo un esempio reale.

La similitudine del tradimento in coppia, prima però facciamo un piccolo cappello introduttivo.

Con l’avvento del 2020 si è evidenziato un bellissimo gap, un buco legislativo mondiale.

A proposito di what ?

Un’ autority o meglio L’ Autority relativa all’ informazione on line, quel canale dove oggi passano, per non dire che vengono letteralmente consumate-bruciate, gran parte delle news.

L’ autority è il garante ovvero colui, in termini di ente, responsabilità giuridica, che stabilisce cosa è giusto passi on line e cosa non. Non esistendo, il famoso gap, va da sè allora che nessuno ha il diritto o il potere, oggi, di stabilire cosa censurare e/o cosa mettere in rete.

Inoltre, sappiamo molto bene tutti che, la maggioranza dell’ informazione odierna, passa non più dai singoli siti on line ma nei grandi social, che fanno quasi tutti parte della stessa allegra famiglia.

Libertà di espressione: coerenza 

Con il passare del tempo siamo stati educati, forse senza nemmeno rendercene conto e sempre per il solito discorso di risparmiare tempo, a entrare tutti dentro la stessa rete, appunto una rete, per beccare in un colpo solo, tutte le informazioni.

A giudicare da come sono andate e stanno andando le cose, direi che sembrano essere proprio loro, ad averci beccato/intrappolato nella rete, in un colpo solo.

Ci sono nazioni per chi se lo fosse perso, che hanno delle cause in corso con i grandi della Big Tech, perchè come si dice in gergo, hanno letteralmente buttato giù alcune info, a scapito di altre.

Si tratta nello specifico dell’ Australia & della Germania, più altre cause in itinere, che di sicuro mi sono persa io per strada.

Info non da poco di cui mi stavo dimenticando. Si è parlato molto e si continua a farlo, per fortuna, delle varie banche & agenzie di investimento che supportano, con i nostri risparmi guerre sparse un po’ quà e un po’ là. Mi chiedevo se è girata anche la notizia che in molte delle soluzioni odierne, proposte dalla banche per gli investitori (noi), ci sono le azioni dei grandi della Big Tech. Così per dire, magari lo sapete o magari no e così sempre per dire, non ne hanno guadagnati abbastanza ?!?

Last but not least, questo tipo di azioni, soluzioni, stanno andango giù e non sù, esattamente come stanno facendo loro con l’ informazione around the world. Già perchè la natura trova sempre l’ equilibrio: tu togli di là e io tolgo di qua.

Ci sono già da un pò di tempo alcuni nuovi social che hanno fatto capolino e che al momento sono free. Non escludo che anche questi a breve, adottino lo stesso stratagemma e allora si dovrà cambiare ancora una volta. Del resto è quello che siamo stati chiamati/siamo chiamati a fare in questo ultimo anno e mezzo. Cambiare & Adeguarci. Ci stiamo esercitando a diventare sempre più fluidi.

E comunque anche questi nuovi social, ti tengono attaccati a loro e così il sistema, il loop si ripete. Come facevamo prima senza social ? Il passaparola, l’ informazione reale, era la migliore selezione naturale. 

Libertà di espressione: coerenza

Libertà di espressione: coerenza 

E qui arriva la similitudine del tradimento, strettamente legata alla coerenza.

A) Sai benissimo che la tua/il tuo partner ha storie extra. Lo sai. Lo accetti per motivi tuoi personali, nessun giudizio. Sei cosciente di questo naufragare, sai di non avere il controllo del timone e di non avere nemmeno la benchè minima idea della prossima destinazione. Scegli di essere totalmente nelle mani delle decisioni altrui, accettando tutte le conseguenze del caso.

Puoi continuare a usare gli stessi social, che sono chiaramente uno dei pilastri dello show attuale, appena iniziato, facendo finta de nada, cosciente che la stretta diventerà sempre più stretta e che se decidono di spingere un buttone, come è già stato fatto a lot, sparisci. That’s it.

B) Sai benissimo che la tua/il tuo partner ha storie extra e ti lamenti con tutto e con tutti. Lo sanno anche i muri ormai, che vorrebbero cambiare casa, ma non possono, sono muri. Nonostante tutto questo gran vociferare e sparlare che stai facendo, continui a stare lì. A volte la situazione potrà sembrare tornare alla normalità, altre volte continuerai a sbattere la tua testa contro il muro, senza migliorare la situazione. Scegli di avere un piede in una situazione e uno in un’ altra.

Puoi continuare a lamentarti che detti social oscurano le informazioni ma allo stesso tempo, continui a usarli e la storia o meglio il loop si ripete all’ infinito. Loro hanno sempre lo stesso potere e tu, non sai mai quanto puoi osare e/o quanto stare zitto e cheto.

C) Sai benissimo che la tua/il tuo partner ha storie extra. Lo hai capito, lo accetti ma decidi di darti una chance, una possibilità. Cambi direzione. Questo cambiamento stravolgerà la tua vita, probabilmente con moltissime difficoltà logistiche ed emotive, ma hai scelto. Hai scelto di cambiare strada, perchè di fronte ai problemi sai, che si possono sempre trovare soluzioni. Hai scelto che lo sconosciuto, in senso lato, a cui hai deciso di aprire la porta, ti riservà delle belle sorprese e non, l’ esatto opposto.

Puoi infine scegliere, costi quello che costi, di seguire la coerenza nonostante comporti molto sforzo, emigrando verso nuove piattaforme. Perdite da un lato ma anche guadagni dall’ altro. I due lati della stessa medaglia ma cosa più importante, cazzu cazzu, sei free.

Già perchè è chiaro che la vera e prossima partita, si giocherà proprio sull’ ideazione di nuove piattaforme, in grado di creare una libera e controllata circolazione di informazioni. Le menti che in questo momento, all around stanno lavorando for everybody e per chi vorrà saltarci dentro (non si tratta di abboccare all’ amo ma di sentirsi liberi di nuotare), sono molte e ce la stanno mettendo tutta. C’è chi sta lavorando per piattaforme collettive e chi per le individuali, in funzione del proprio uso (lavoro, giornalismo, medicina…) ma credo che ci arriveremo tutti, chi prima e chi dopo. 

Perchè se questa è una guerra non dichiarata per le nostre libertà fondamentali, quella di non dipendere da nessuno, è una consapevolezza/azione/coerenza indispensabile.

Libertà di espressione: coerenza 

Sarà dura ma ce la possiamo ancora fare.

Mi sono chiesta come abbiano fatti i nostri nonni e non solo, durante l’ultima guerra. Erano disposti a macinare, spesso km e km a piedi, per passare le informazioni che dovevano arrivare in un dato posto, rischiando la propria vita, solo per avvisare o salvare qualcuno.

Oggi, avendo la realtà oggettiva dei fatti ben visibile, fatichiamo, stando comodamente a sedere sul nostro divano, a disinstallare un’ app, per passare a una nuova & sconosciuta (paura again).

Per quanto riguarda NOB, abbiamo scelto di lasciareandare Faccia da Libro e piano piano lo faremo anche gli altri social, come Youtube & Instagram, facendo volare sempre di più Telegram (il social, dove oggi/da circa un anno e 1/2) sta passando la vera informazione), Rumble (per i video) & Sfero, piattaforma Made in Italy, poi si vedrà.

Del resto e’ un po’ come se un vegetariano accanito, indossasse o avesse in casa oggetti, fatti con parti di animali. Ancora una volta si tratta di coerenza. Perdite da una parte, certo, ma anche nuovi arrivi da direzioni inaspettate. 

Sarà dura ma ce la possiamo ancora fare, perchè è la somma del singolo che crea il cambiamento, da sempre.

Quanti siamo al mondo OGGI ?

Siamo circa 7.867 miliardi.

Direi che ce la possiamo proprio fare se ognuno ci mette del suo, senza guardare o aspettare l’ altro. Di norma, di questi 7.867 il compito, la spinta, il primo passo spetta a coloro che vivono nel mondo sviluppato dato che, chi vive sotto la soglia di povertà, ha i bisogni primari da soddisfare e anche urgentemente…

Sarà dura ma uniti ce la possiamo ancora fare, dajeeee !!! 

Se questo articolo ti ha ispirato e/o illimunato, lo puoi condividere tramite wa o telegram, altrimenti è giusto come le api, che tu raccolga il polline da fiori che ti attirano di più. Grazie Anyway, di essere volato qui, anche solo per pochi minuti 🙂 

photo credit @Clker-Free-Vector

 

Ti potrebbe piacere: