LASA ANDE’ 28: “S-COMFORTZONE”


N.O.B. e S-SCOMFORT ZONE si conoscono per caso (che come abbiamo detto già mille volte, per N.O.B. non esiste).

Si incontrano in quel di CERVIA (FC) con una nebbia che taglia. Lui è da poco tornato dal suo AMAZING viaggio in quel della COLOMBIA (e molto di più). Si ferma giusto un attimino, per poi ripartire, ancora una volta, zaino in spalla per il suo nuovo AMORE appena scoperto. Gli vogliamo consegnare una LASA ANDE’ per una donna che ha cambiato radicalmente vita, per inseguire il suo Sogno/Amore, che porta lo stesso nome: MADRE COLOMBIA.

Da quel momento, la nostre vite si sono incominciate a incrociare sempre più spesso. Entrambi stiamo cercando di inseguire e rendere sempre più tangibili e veri, i nostri sogni, nonostante lo sforzo e la fatica che questo comporti, dato che il “famoso schema” , nel momento in cui ci si sgancia, cercherà sempre di ributtarti dentro e/o farti sentire sbagliato. Tutti e due, stiamo spargendo il verbo, around e nel nostro piccolo, di quanto sia importante, seguire la nostra voce/il nostro istinto/o quella spinta, che non sappiamo bene da dove arrivi. Alla fine poco importa la direzione della CHIAMATA alla LIBERTA’, quello che importa veramente è chtale da renderci  più liberi e in grado di raggiungere uno stato più o meno costante di felicità, o comunque la si voglia chiamare.

Entrambi ci siamo sempre DATI senza RICEVEREe il risultato è stato STRABILIANTE.

EccoVi quindi la STORIA di come nasce S-COMFORT ZONE.

“Mi chiamo Mattia, ho 36 anni e sono originario di Forlì. Sì proprio quel posto dove fanno la piadina più grossa al mondo ma anche la più buona (già sono un po’ di parte). Il viaggio mi ha cambiato e permesso di capire che voglio condurre una vita più in frequenza con i miei desideri.  Chi ero prima ? Lavoravo in ufficio, un posto buono, ben visto (dalla “società”) e vicino a casa. Dopo sette anni, una mattina arriva una inaspettata “tempesta”. Vengo a conoscenza di essere stato licenziato insieme ad altri colleghi (completamente bloccato e indeciso, ecco come mi sentivo )!!! Un mesetto dopo, ho capito invece che avevo fatto per anni quello che “andava fatto”. Me ne sono accorto nel momento in cui dovevo reinventarmi ed e’ così che ho deciso di farlo inventandomi un nuovo cammino.

Ho cominciato a viaggiare tanto, in Europa e in Sud America, con l’intenzione di vedere da “dentro”, come si viveva fuori/lontano, dalla mia piccola realtà quotidiana. Per me “lasciareandare” vuol dire “ascoltare bene”. Ascoltare bene la voce che mi parla con sincerità, parla di me, trascurando quelle migliaia di “elucubrazioni” mentali che mi suggeriscono cosa “sarebbe meglio fare”. Così è nato S-COMFORT ZON. Un blog che vuole promuovere il viaggio e l’incontro con le culture locali, come opportunità di cambiamento, proprio come è stato per me” !!!

Ad oggi S-COMFORT ZONE ha organizzato e continua a organizzare VIAGGI VERI in Colombia e Etiopia. In questa bolla, ci si immerge nella vera cultura locale e si incontrano anche realtà di volontariato con le quali MISTER MATTIA, riesce sempre a creare buonissime sinergie e progetti che si stanno muovendo (piano piano) ma con grandi risultati !!!

Non solo, S-COMFORT ZONE organizza anche giornate e/o week end in mezzo alla natura, per imparare a ric-connettersi, fare cose nuove e conoscere lo SCONOSCIUTO (che a volte può benissimo essere anche il nostro vicino di casa).

Last but not least, ha da poco fondato a Forlì, insieme ad altri amici, un CIRCOLO di VIAGGIATORI, atto a fare sì che questa così buona energia che regala il viaggio, si possa diffondere come un raggio di sole, anche nella città natale di S-COMFORT ZONE (FORLI’).

N.B. “Poi dis che i PIU’ GIOVANI e i GIOVANI Italiani non si sbattono…”

E come abbiamo imparato dai vicini da casa IBERICI: “MUCHA MIERDA” !!!

Qui tutti i vari riferimenti social:

IG & FB & YOUTUBE

(QUI trovate una ulteriore storia LASA ANDE’ che non ha seguito la strada maestra).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *