Reading Time: < 1 minute

“Il futurismo del 2012 & il futurismo di oggi”

Gli articoli alla voce “Futurismo 2012”, sono stati scritti in Spagnolo nel 2012. Il minimo comune denominatore su cui si è posta l’attenzione, riguardava quelle direzioni in cui si è messo in moto il bene & la condivisione, del/per collettivo.

Si tratta del periodo in cui ho svolto volontariato presso la F.V.S. a Madrid e collaborato all’ apertura di EcoLab CanNova, il primo ecoworking in quel di Barcelona.

Futurismo per il bene comune, quello sano, come consapevolezza e modi di vivere, che sembravano così impossibili da realizzare nel 2012 e invece oggi, ci siamo arrivati. Argomenti (alcuni), sui quali i riflettori erano spenti e oggi, fortunatamente, si sono accesi.

Questo termine viene spesso associato a impossibilità o immaginazione, ma nella maggior parte dei casi a distanza di tempo, si trasmuta in realtà.

Diventa fondamentale quindi intercettare e saper riconoscere, in quale direzione futuristica si sta investendo, dove si sta andando e raddrizzare il tiro, in caso il focus diventi chiaramente ed esplicitamente, il potere di pochi, a scapito del bene collettivo. 

Oggi, 2021, abbiamo anche solo una vaga idea, della direzione in cui stiamo andando e quale tipo di futurismo ci aspetta ? 

photocredit @ractapopulous

 

 

Ti potrebbe piacere: