DARE senza AspettativE: Il FLUSSO del RICEVERE ti travolgerà


Dare semplicemente, per il semplice gusto di dare. Frase nota a tutti, ma ormai, diventata obsoleta (In alcune parti del mondo) !!!

Tutte le filosofie e le religioni del caso, ci hanno sempre insegnato a dare senza secondi fini. L’ essere umano, poi, nell’arco dei secoli, non si sa come, non si sa perché, ma ha cambiato questa modalità, per non dire che, a volte, l’ha proprio stravolta o azzerata.

Anche in economia esiste lo stesso principio e hanno scritto, a riguardo, una valanga di libri. Sia che tu abbia un ingente capitale o pochi risparmi, poco importa. Il liquido fa fatto girare, e non tenuto fermo in un posto tipo, la banca (anche se oggi sarebbe forse meglio tenere il tutto sotto al cuscino). L’energia degli “sghei”si deve muovere, senza troppe preoccupazioni. Inoltre una quota va donata per azioni benefiche, e non perché lo dicono i manuali di economia, ma perché hai qualcosa dentro che ti spinge a farlo, qualcosa di buono, di altruistico. Quando parliamo dei cari “amici” soldi il concetto è chiaro alla maggioranza, quando invece parliamo della nostra vita, facciamo, quasi sempre, come gli struzzi.

Se si dà, e non è scontato che si dia, solitamente lo si fa con qualcuno da cui si è ricevuto qualcosa, o da quel qualcuno da cui, quasi sicuramente, in futuro, si riceverà. Anzi, il più delle volte ci si ricorda benissimo chi non ci ha dato. In realtà non ci rendiamo conto che invece stiamo cascando in un tranello (tipico delle società consumistica) o in una vera e propria messa alla prova per noi stessi, per la nostra evoluzione personale.

Se un tuo amico, conoscente o perfetto sconosciuto ha bisogno adesso, tu cosa fai: ti rendi disponibile tra 2 settimane, 3 mesi, oppure agisci subito ? Il famoso CARPE DIEM è anche questo, do’ in questo preciso momento, perché  è ora che c’è un bisogno. Non aspetto il momento perfetto, che per altro esisteva solo in natura.

Ti sei mai accorto che se dai senza nessuna aspettativa, senza giudizio, semplicemente perché qualcosa dentro spinge forte, qualcosa che non puoi controllare, che ha bisogno di uscire, quello che riceverai sarà sempre doppio, triplo di quello che in realtà hai donato e super inaspettato ?

Se dai in generale, senza secondi fini, senza direzioni particolari, nel momento in cui “tu” avrai bisogno di ricevere, l’Universo, o chi per Lei, Lui, ti tenderà sempre una mano. Arriverà sempre l’ aiuto/il ricevere, magari non dalla persona o dalla direzione sperata, ma arriverà sempre, e questa forse è la cosa più spettacolare che possa succedere. Sono sicura che ognuno di noi, ripensando alla propria vita, possa riconoscere questa mano tesa, a volte visibile, altre volte, meno.

L’ aiuto arriva perché tu sei parte di un flusso e quando ci sei dentro, l’ energia circola, e tu diventi un tutt’uno con il dare e  il ricevere.

Nella borsa del LasciareAndare che viaggia è contenuto il DARE senza RICEVERE. Una sorta di specchio, un barometro, un esercizio, per vedere quanto nella nostra vita quotidiana, siamo in grado di dare senza ricevere.

Come si applica il Dare senza Ricevere nella Borsa del LASCIAREANDARE che VIAGGIA ?

Dare, dare ricevere dare in forma circolare, flusso

  1. Ogni Borsa del LASCIAREANDARE contiene un Viaggio-Situazione-Persona consigliata, da conoscere. Chi ha lasciato queste indicazioni ? Persone che hanno già abbracciato la Borsa, che hanno pensato a quelle situazioni in cui si sono sentiti “pieni dentro”, “in pace”, “centrati” e le hanno messe a disposizione di altri, che non conosceranno mai. Una volta che si abbraccia la borsa, vengono chieste sempre queste informazioni, due: una relativa al proprio paese di origine e una riguardante il Mondo.
  2. Tutte le volte che lascieraindare la borsa, scambiandola con chi sceglierai tu, lascieraiandare anche il diario in essa contenuta. Nel diario siamo liberi di scrivere di tutto: dalle note della spesa, agli scarabocchi, allo scrivere cose interessanti che ci sono successe. Tutto questo, nel momento dello scambio, lo mettiamo a disposizione, dando a perfetti sconosciuti qualcosa, senza aspettative, semplicemente per il gusto di dare.

Alcuni esempi al momento avvenuti per vedere con la Borsa del LasciareAndare che viaggia quanto siamo in grado di DARE:

a) Persone che hanno abbracciato la borsa e la sua filosofia, ma che non hanno ad oggi, mai consigliato i viaggi per il prossimo che verrà dopo di loro;

b) Persone che hanno indicato viaggi, persone, situazioni, semplicemente scrivendo un nome o una semplice parola.

c) Poi ci sono quelli che hanno suggerito viaggi mettendoci dentro il cuore, la loro passione, stupore, semplicemente per il gusto di condividere e di dare.

Quale busta secondo voi, a-b-c, sarà quella che riceverà tanti francobolli gratis ? (Se non l’avete ancora capito, ve lo diciamo Nobis: “La busta C” !!!

Più persone si lasceranno letteralmente drogare dal dare senza ricevere, più la nostra vita diventerà facile, per tutti, e diventerà un semplice modo di essere, come fino a poco tempo fa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *