Reading Time: 2 minutes

“CREARE: LA CHIAVE DI ACCESSO”

Quando lasciandare e smetti di seguire la strada maestra, inizi a seguire solo quella che senti essere tua e allora, la creatività esplode.

La creatività è ovunque, guardatevi intorno.

Creazioni, scoperte, libri, ricerche, sono il prodotto della creatività umana. Qui l’intelletto si è allontano dal noto, per approdare su binari sconosciuti, lasciandosi guidare da quella che spesso era solo una fantasia, un’ intuizione per poi creare dal nulla, qualcosa di utile per tutti.

*E CREAZIONE FU*

Quando ti connetti: In & Out, Alto & Basso, entri a far parte della creazione.

Una creazione senza intermediari.

Tu & la Fonte.

Tu, il Basso e l’ Alto.

Che sia creare una finestra, un libro, un vestito, un palazzo. Creare, mettendo a disposizione del collettivo, le tue migliori virtù (perchè ne abbiamo più di una). 

Sono nata nella terra Italica e sono Italiana. Per diversi anni sono stata una insegnante in Italia & abroud e quello che ho notato da sempre, è che c’è un gene che spinge in ogni cultura. Non è fantascienza, nè tanto meno una leggenda metropolitana.

Prendete uno studente dell’ Est Europa & in due nano secondi vi risolverà un problema matematico, di qualsiasi genere esso sia. Prendete uno studente British & vi organizzerà la logistica della gita scolastica, again, in due nano secondi. Prendete uno studente Italiano, dategli quasi nulla e ditegli di creare X. Ci impiegherà molto probabilmente, ma alla fine vi crererà dal nulla, X.

Noi Italiani abbiamo il gene della creatività che spinge, sono le nostri origini, è il nostro dna. Che siano stati i Romani, che sia stato il nostro sistema di istruzione, che fino a poco tempo fa spronava gli studenti a fare link, a vedere oltre…, che sia altro…ma, la creatività è il nostro passpartout.

Ecco perchè creatività & origini per noi Italiani sono a maggior ragione, super importanti.

Ovunque andremo, le nostre origini che non sono come un albero secolare fisso ma, come il suo ossigeno che si muove insieme all’aria e al vento, possono volare ovunque.

E’ lo stesso che è successo a N.O.B., quando ho lasciato andare in maniera consapevole. Ho azzerato ed è letteralmente arrivata  l’idea. Il nuovo, la borsa magica del Lasciare Andare, prima Made in Italy e poi Made in Lebanon, ha preso forma, per mettersi a disposizione della collettività.