Experiment-S

Questo degli EXPERIMENT-S è un PROGETTO.

Mentre nella lingua Italiana utilizza spesso la parola idea, i fratelli Spagnoli prediligono, invece, il termine “progetto”. La differenza ? Semplice. Progetto è un passo più in là di idea. Mentre la idea pensa e ripensa, il progetto fa ciao ciao all’idea e si mette in azione, realizza, concretizza.

Con la sezione experiment-s vogliamo dare spazio a tutte quelle cose che ci hanno detto non essere possibili, a cose mai fatte prima, testare con il nostro corpo situazioni, attitudini. Il minimo comune denominatore delle azioni appena citate è quello di aprire la nostra mente (stile banana appena sbucciata), aprirci allo sconosciuto, cercare soluzioni (personali e generali possibili) migliori.

Quali sono gli strumenti che si possono utilizzare negli experiment-s? Il nostro corpo, in tutte le sue forme e particelle con l’ausilio di un mestolo, uno spremi aglio, una pistola ad acqua e tantissimo altro ancora (ausili alla x infinito).

Ecco alcuni esperimenti progetto realizzati ad oggi da N.O.B. :

  1. Aspettare che il supermercato di una famosa città Europea lasci nei bidoni della spazzatura cibo perfettamente intatto. Infilarsi letteralmente dentro detti bidoni e tornare a casa carichi di spesa free.
  2. Andare in spiaggia e chiedere a perfetti sconosciuti di prestarci la loro schiena per farsi dipingere delle lettere, mettersi in posa (di schiena) ed andare a finire sul profilo FB di N.O.B.
  3. Verificare se il marketing promosso da una famosa azienda di moda, di regalare 3 capi, fosse reale e capire quanto la gente fosse (è) disposta a fare se indottrinata (vi dico solo che per questo experiment mi sono ritrovata in mutande e reggiseno per le strade di Barcelona).
  4.  Last experiment.  Abbiamo chiesto a due schiene sconosciute di spogliarsi, di prestarci le loro schiene, di dedicarci il loro tempo for free. Il risultato è stato qualcosa di estremamente naturale. Bello.

(L’esperimento di due schiene sconosciute)

Breve cenno storico: l’ arte del body painting. Oggi purtroppo, in quasi tutte le società occidentalizzate, non è più utilizzata, ma racchiude in sé un grande valore. Ha origini antichissime ed è praticata, ancora, da poche comunità’ Aborigine rimaste sparse per il mondo. Popolazioni in Africa come in Amazzonia, Aborigeni Australiani, Pellerossa, Sciamani le usavano, usano per entrare in contatto con l’Universo, per i riti di passaggio, per il raggiungimento di uno stato, per rievocare il Tempo del Sogno.


Experiment: “7 days”

Nel mese di Marzo 2013, la parte sperimentale di EcoLab Cannova (il primo ecoworking di Barcellona) ovvero io, ha effettuato un esperimento. L’esperimento si chiamava “7 days-dias“. Il gruppo di scienziate era composto dalla sottoscritta e da una sua fidata amica o meglio compagna di merende. Volevamo proprio vedere  se […]